OUTDOOR SWIMMING POOL, PROTEZIONE SOLARE

OUTDOOR SWIMMING POOL, PROTEZIONE SOLARE

Aprono le piscine all’aperto dopo oltre sette mesi di chiusura, tutte pronte con la protezione solare… ma ecco che inizia a piovere. Sfortuna a a parte, finalmente le restrizioni per lo sport all’aria aperta si sono allentate e adesso è possibile farsi una rilassante nuotata negli impianti sportivi outdoor della propria città. Clima permettendo, ovviamente.

Il sole nei prossimi giorni tornerà e l’acqua delle piscine riuscirà finalmente a scaldarsi. Quando tutto sarà perfetto, però, prima di tuffarvi, non commettete l’errore di sottovalutare i raggi solari e di dimenticare la protezione solare. Anche se avete intenzione di nuotare per poco tempo. I raggi che prendete in città per la vostra pelle possono essere dannosi come quelli in riva al mare.

Con il riflesso dell’acqua, poi, il loro effetto è potenziato: macchie e una certa dose di radicali liberi sono quasi assicurati senza una buona protezione Uv. In particolare, sul viso occorre stendere, 20 minuti prima di esporsi al sole, una protezione alta che assicuri alla pelle uno scherma efficace anti Uv a prova di acqua e di cloro.

Ecco quattro novità 2021, da usare in piscina e poi portare in vacanza al mare. Le loro formulazioni, infatti, sono tutte rispettose dell’ecosistema marino.

Soleil Creme Solaire Multi-Protection Spf 50 di La Biosthétique

Ha il logo Coral Safe, la cui dicitura attesta che il solare rinuncia ai filtri UV oxybenzone e octinoxate, sospettati di nuocere alla barriera corallina e di concorrere allo sbiancamento dei coralli. Ed è anche un solare di altissima qualità, grazie al filtro a banda larga e agli antiossidanti ad azione cellulare. Ideale per pelli sensibili, contiene attivi naturali per la protezione cellulare e del DNA a base di riso, barbabietola da zucchero e rosmarino.

Summer Paradise Crema Viso Abbronzante Antiaging Spf 30 Uva di Vagheggi Phytocosmetici

Previene le macchie cutanee e l’insorgenza delle rughe; è formulato per accelerare l’abbronzatura. I suoi filtri sono rispettosi dell’ambiente marino. Il sistema innovativo di protezione è costituito da tre filtri solari biodegradabili e un filtro minerale non nano (cioè non contenente nanoparticelle), dosati in modo ottimale per offrire una protezione Uva e Uvb con la quantità minima di filtri e una texture performante. Contiene un estratto di Entada Phaseoloides, una liana dei tropici, che contribuisce a disattivare i radicali liberi prodotti dall’esposizione solare.

Sun Pure Spf 50 di Locherber

Contiene filtri Uva e Uvb. La texture morbida e delicata si stende con facilità e senza appiccicare. La presenza di derivati del riso e del melograno favorisce l’idratazione svolgendo un’azione antiossidante. Il burro di karitè e l’aloe
barbadensis rendono la pelle più elastica, riequilibrando un eventuale eccesso di sebo. La formulazione rispetta l’ecosistema marino.

Crema solare antietà Spf 50+ di Insium

Formula senza filtri chimici, offre una protezione molto alta per la pelle del viso e delle zone delicate: labbra, naso, contorno occhi, orecchie, nei, macchie. Utilizza un filtro minerale 100% naturale di ultima generazione. Contiene un complesso antiage di petali di verbasco, licopene, correggiola, xantophilla e olio di riso. Ha una formulazione altamente biodegradabile e non tossica per l’ecosistema marino: rispetta le barriere coralline e l’oceano.

Nell’immagine una foto di Andrea Piacquadio da Pexels.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *