ENRICO ZANNINI: “ONBEAUTY SARÀ IL RITORNO ALLE RELAZIONI BUSINESS”.

ENRICO ZANNINI: “ONBEAUTY  SARÀ  IL RITORNO ALLE RELAZIONI BUSINESS”.

Nell’immagine uno foto di Sneakers Fries and Cat Eyes da Pexels.

Non prevarranno le logiche grette di chi lega i grandi eventi che hanno fatto grande il ‘made in Italy’ al numero dei buyer internazionali e al profitto immediato. Cosmoprof Worldwide Bologna è molto di più che una semplice manifestazione, è il punto di incontro che ha contribuito per decenni a tenere viva l’industria della cosmesi in Italia e nel mondo. E così a settembre la cosmesi avrà un suo evento a Bologna, proprio come a Milano ci sarà un’edizione 2021 del Salone del Mobile. Il nuovo format di Cosmoprof si chiamerà OnBeauty e riunirà i protagonisti della cosmesi naturale, professionale e in farmacia. Certo, sarà una manifestazione diversa da quelle cui abbiamo partecipato in passato, ma adesso è arrivato il momento di reagire e ripartire.

Enrico Zannini, direttore generale di BolognaFiere Cosmoprof, parla a Colorami di OnBeauty, il nuovo format della bellezza a settembre, degli eventi digitali e dell’anno che verrà.

Enrico Zannini, direttore BolognaFiere Cosmoprof.

Come si svolgerà OnBeauty? Ci saranno stand e show come nell’evento tradizionale Cosmoprof?
OnBeauty by Cosmoprof Worldwide Bologna è un format più essenziale rispetto agli eventi fisici ai quali eravamo abituati negli anni scorsi. Abbiamo organizzato le presenze e i percorsi di visita dei vari comparti in modo da non avere sovrapposizioni e abbreviare la permanenza in fiera degli addetti ai lavori. Ciononostante, continueremo a offrire il giusto bilanciamento tra show e stand espositivi. OnBeauty sarà un primo ma fondamentale ritorno alle relazioni di business in presenza, agli appuntamenti con fornitori e brand per scoprire le ultime novità, alla condivisione di nuove tecniche e tendenze con i più importanti hairstylist a livello internazionale.

Come siete arrivati alla decisione sofferta di rinviare Cosmoprof a marzo 2022?
Cosmoprof è sempre stato il primo appuntamento annuale dedicato all’industria: per questo è il palcoscenico ideale per il lancio delle novità prodotto. A Cosmoprof aziende e operatori da tutto il mondo hanno sempre cercato suggestioni per definire le attività dell’interno anno, quindi anche budget e investimenti. In queste settimane abbiamo raccolto commenti e preoccupazioni delle nostre aziende, dei partner e delle associazioni di categoria; per molti di loro, modificare la scadenza temporale della manifestazione avrebbe messo a rischio tutti questi aspetti, in un momento storico già molto difficile per l’industria. Per questo abbiamo deciso di ritornare a una data più tradizionale, il prossimo marzo.

Foto di Valeria Boltneva da Pexels.

A giugno partirà nuovamente WeCosmoprof, con qualcosa in più. Cosa cambia?
Questa edizione di WeCosmoprof coinvolge per la prima volta tutti gli eventi del nostro network, quindi tutta la nostra community di aziende, compratori, retailer e distributori, creando un modello di networking e di business veramente globale. Il software di matchmaking Cosmoprof My Match è oggi in grado di supportare le interazioni tra stakeholder in tre lingue (inglese, italiano e cinese), per facilitare le relazioni con player dei mercati asiatici, oggi tra i più attivi e performanti. Stiamo inoltre definendo gli ultimi dettagli del calendario di contenuti di Cosmotalks, con la partecipazione di esperti internazionali, chiamati a condividere analisi e riflessioni sui temi di maggiore attualità per il nostro settore. Siamo molto orgogliosi di WeCosmoprof International e siamo fermamente convinti che possa essere uno strumento efficace per facilitare le attività commerciali, in attesa di poter riprendere a viaggiare e a presenziare fisicamente alle manifestazioni fieristiche.

C’è qualcosa di buono in questo nuovo mercato della cosmesi, ridisegnato dalla pandemia, che salvereste anche per il futuro?
Anche dagli scenari più difficili possono emergere opportunità e nuovi spunti. Dopo un naturale momento di difficoltà, l’industria cosmetica sta proponendo innovazioni e tecnologie che possono migliorare l’esperienza del consumatore: questa evoluzione è molto positiva per la crescita del nostro settore. Anche la nostra attività di organizzatori fieristici ha subito una radicale trasformazione. In questi mesi abbiamo lavorato per offrire un modello di business più attuale, con l’incremento di strumenti digitali e nuove modalità di lavoro. Un cambiamento sicuramente accelerato dalla pandemia, ma che risponde a esigenze di mercato che da tempo stavamo recependo. Per anni abbiamo sentito parlare di fiera digitale e di piattaforme virtuali. Oggi sappiamo che i rapporti interpersonali sono il cuore pulsante di qualsiasi attività di business e la fiera del futuro non potrà farne a meno. Ma abbiamo anche la prova che la digitalizzazione può migliorare l’efficacia delle nostre strategie e alleggerire l’operatività, lasciandoci più tempo per curare le relazioni con i nostri partner.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *