OCCHIAIE, VADEMECUM IN 6 PUNTI PER COMBATTERLE

OCCHIAIE, VADEMECUM IN 6 PUNTI PER COMBATTERLE

L’anno che se ne è appena andato, non è stato facile. Stress, mancanza di esercizio fisico, incertezze sul futuro hanno avuto conseguenza concrete anche sul nostro aspetto esteriore: le occhiaie hanno fatto capolino sul nostro viso più spesso del solito.

Quel segno nero, che non se ne va per diversi giorni, può avere cause diverse: le più comuni sono la mancanza di sonno, l’eccessiva stanchezza, sia fisica sia mentale, le situazioni di stress, la cattiva alimentazione, la mancanza di esercizio fisico o l’elevato consumo di caffeina e alcol. Fanno la loro parte la predisposizione genetica e l’appartenenza a determinati gruppi etnici: toni della pelle più scuri sono più inclini a iperpigmentazione intorno alla zona degli occhi.

Le occhiaie sono un’alterazione del colore della pelle sotto le palpebre: dal momento che in questa parte del viso l’epidermide è fino a quattro volte più sottile che in altre parti del corpo, la vasodilatazione dei capillari, con conseguente formazione degli antiestetici aloni bluastri sotto gli occhi, viene messa bene in evidenza.

Per combatterle, a volte non basta una bella dormita una tantum o il tradizionale contorno occhi. I medici dell’istituto oftalmico Clinica Baviera hanno stilato un utile vademecum che spiega come le abitudini di vita possano influire sulla comparsa di occhiaie e segni scuri sotto gli occhi.

Il vademecum


1. Mancanza di sonno

La comparsa di occhiaie sotto gli occhi in genere è legata alla mancanza di sonno. Questo avviene perché le situazioni di stanchezza provocano la dilatazione dei vasi sanguigni, con conseguente formazione del colore blu o grigiastro sotto gli occhi. Questo tipo di ‘cerchi’ hanno solitamente breve durata. L’unico rimedio è migliorare la qualità del riposo e dormire almeno 8 ore a notte.

Per esempio, bisognerebbe andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora, anche nel fine settimana. Non bisognerebbe usare il cellulare prima di andare a dormire: la luce blu emessa dai telefonini inibisce la secrezione di melatonina, che è l’ormone che favorisce il sonno.

Anche fare esercizio fisico regolarmente è utile: è uno dei modi migliori per migliorare il sonno e la salute perché, se svolto quotidianamente, dimezza il tempo necessario agli adulti per addormentarsi e garantisce oltre mezz’ora di sonno in più a notte.

In camera sarebbe importante avere una temperatura tra i 18 e i 20°.  Fare un bagno o una doccia rilassante un’ora e mezza prima di andare a dormire può aiutare a rilassarsi e a migliorare la qualità del sonno, soprattutto negli adulti più anziani.

Altri consigli sono quasi scontati: evitare gli alcolici e di mangiare pesante a cena.


2. Stress e ansia

Stress e ansia sono un altro tipo di stanchezza, di solito più mentale, che possono causare sul viso lo stesso tipo di effetti della mancanza di sonno. Dobbiamo cercare di rilassarci di fronte alle avversità e prendere la vita con più calma. Un abuso di caffeina, teina e bevande energetiche non ci aiuterà a controllare preoccupazioni e tensioni.

3. Mangiare squilibrato

La dieta influisce direttamente su tutti gli aspetti della nostra salute, compresi i vasi sanguigni e, di conseguenza, sulle occhiaie. Ad esempio, l’anemia causata dalla mancanza di ferro è una possibile causa della loro comparsa. Pertanto, è meglio avere una dieta equilibrata e varia che includa tutte le sostanze nutritive e le vitamine necessarie per il nostro organismo. 



4. Problemi di circolazione

Anche eventuali problemi di circolazione possono essere all’origine delle occhiaie: è importante effettuare test specifici per escludere o confermare questa possibile causa se dovessero presentarsi con troppa frequenza.

5. Ritenzione idrica

Un’altra possibile causa delle occhiaie è la ritenzione idrica, spesso legata a malattie autoimmuni e a processi infiammatori in atto nel corpo. 

6. Problemi ormonali

Alcuni problemi ormonali possono essere legati alla comparsa delle occhiaie. Ad esempio, gli squilibri ormonali favoriscono la ritenzione di liquidi che possono portare alla successiva comparsa di occhiaie. 


Un sintomo da non sottovalutare se…

Se le occhiaie sono persistenti o sono accompagnate da stanchezza estrema o vertigini, è importante consultare un medico e farsi dare una cura appropriata. Si possono provare trattamenti professionali come linfodrenaggi, peeling o carbossiterapia, alcune creme e farmaci specifici, ma sempre sotto prescrizione medica.



Il dottor Marco Moschi, direttore sanitario di Clinica Baviera Milano fa una precisazione. “Le occhiaie sotto gli occhi sono di solito molto fastidiose esteticamente ma non necessariamente sono causate da malattie gravi. Nella maggior parte dei casi dipendono da mancanza di sonno, ansia o stress e tendono ad avere breve durata. Il 2020 è stato un anno complicato, pieno di paure e preoccupazioni, tutti presupposti per far proliferare le occhiaie sotto gli occhi di molti italiani. Speriamo quindi che questo piccolo vademecum realizzato dagli esperti di Clinica Baviera possa essere utile a saperne un po’ di più sull’argomento e contribuire a ridurre o a evitare la loro presenza nella nostra vita, ora che stiamo iniziando a vedere la luce in fondo al tunnel”.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *