COSMOPROF MAGGIO 2021, “IL COVID ACCELERA LE DINAMICHE”

COSMOPROF MAGGIO 2021, “IL COVID ACCELERA LE DINAMICHE”

Nell’immagine una foto di kinkate da Pexels.

Fissare oggi le date per un evento fieristico che si svolgerà nel 2021 è un compito che richiede preveggenza e capacità organizzative fuori dal comune. Ma quando è l’intero comparto della cosmesi ad attendere un’occasione di rinascita, le responsabilità si fanno enormi.

BolognaFiere non si è tirata indietro: ha esaminato dati, valutato pareri, ascoltato aziende e operatori della cosmesi e alla fine ha preso una decisione. L’edizione 2021 di Cosmoprof Worldwide Bologna si terrà dal 27 al 31 maggio. Sarà il primo grande appuntamento internazionale per il mondo della bellezza dopo la pausa del 2020, con la fiera annullata all’ultimo minuto per lo scoppio della pandemia. Per molti sarà il punto di ripartenza del business.

È Enrico Zannini, direttore generale di BolognaFiere Cosmoprof, a spiegare perché la scelta, dopo l’iniziale data fissata a marzo 2021, è slittata a fine maggio.

Enrico Zannini, direttore generale di BolognaFiere Cosmoprof.

Cosmoprof 2021 si svolgerà a maggio: cosa vi ha spinto a scegliere proprio questa data?

“Nelle scorse settimane, visto l’andamento ancora instabile del numero dei contagi da covid19 in Italia e in generale in tutto il mondo, ci siamo confrontati con le associazioni di categoria e con Cosmetica Italia. È stato subito chiaro che dovevamo trovare una opzione che permettesse alle aziende di poter presentare le novità nel periodo più propizio per il mercato, garantendo ovviamente la sicurezza e le migliori condizioni per lo svolgimento di una manifestazione del calibro di Cosmoprof. Maggio ci è sembrato il momento più propizio, ma è chiaro che l’imprevedibilità dell’evolversi della pandemia non ci permette di abbassare la guardia. Continueremo a monitorare la situazione e siamo pronti eventualmente a rivedere i nostri programmi”.

Sarà un’edizione diversa dalle altre?

“Saranno diverse le modalità di accesso e di flusso dei visitatori nei corridoi, ma il nostro obiettivo è poter accogliere aziende e visitatori in totale serenità. Cosmoprof è un appuntamento di business, di relazione, di confronto sulle novità per il nostro settore, e questo deve tornare ad essere”.

Cosa ha cambiato l’emergenza Covid all’interno del mondo della cosmesi che voi in qualche modo rappresentate dal 1967?

“La pandemia ha sicuramente esercitato un notevole impatto sul nostro settore, ma credo non si tratti di modifiche completamente inattese. Come molti esperti hanno osservato in questi mesi, il covid19 ha accelerato trasformazioni che erano già in atto negli ultimi anni: l’evoluzione dei mezzi digitali, lo sviluppo di nuove soluzioni sostenibili, le nuove dinamiche di approccio tra cliente, azienda e fornitore di servizi. Sono temi che erano già in discussione. Sicuramente sono cambiamenti che si sono imposti in modo molto più rapido di quanto ci potessimo aspettare”.

Foto di Marcelo Moreira da Pexels.

Come avete tenuto attivo in questi lunghi mesi il dialogo con aziende e operatori?

“Fin dai primi giorni dell’emergenza abbiamo costantemente mantenuto un contatto diretto con aziende e operatori, per cercare soluzioni a supporto delle attività di business della categoria. Abbiamo sviluppato iniziative digitali nei mesi scorsi per facilitare il contatto e le relazioni commerciali tra produttori, compratori e distributori, grazie ai servizi di match-making perfezionati per WeCosmoprof. Continueremo ad accompagnare l’industria anche nei prossimi mesi, per creare le migliori premesse per un’edizione di Cosmoprof di alta qualità”.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *